FILASTROCCHE

Bonin Bonano

Luogo: Lessinia (VR)

Fonte: Nonna Augusta, raccolta da Riccardo Bordon.

Bonin bonano, capo de l'ano

Che campesse sento e un ano!

Bone feste, bone minestre, boni caponi

en granar de formenton

na cantina de vin bon

na borsa de oro

e una de arzento

Dame la bonaman

che vao ia contento.

Traduzione


Bonin bonano, capo del'anno

Che vivesse cento e un anno!

Buone feste, buone minestre, buoni caponi

e un granaio di frumento

una cantina di vino buono

una borsa di oro

e una di argento

Dammi una mano

che vada via contento.

El s-ciopetin

Luogo: Villafranca (VR)

Fonte: Nonno Bruno, raccolta da Riccardo Bordon.

Papā, papā

compreme en s-copetin

che vago a Vilafranca

a copar chel'uselin

che tute le note el canta

e no 'l me lassa mai dormir.

Traduzione


Papā, papā

comprami un fucuile

che vado a Vilafranca

a uccidere quel ucello

che tutte le notti canta

e non mi lascia mai dormire.

Me compare Giacometo

Luogo: Verona provincia

Fonte: Nonna Aldina, raccolta da Riccardo Bordon.

Me compare Giacometo

el g'avea un bel galeto,

quando el canta el verse il beco

el fa propio inamorar.

Un bel giorno la parona

par far festa agli invitai

g'ā tirado el colo al galo

e l'ā messo a cusinar.

Le galine tute mate

par le perdita del galo

le g'ā roto el caponaro

da la rabia che le g'ā

Le g'ā roto le scudele

salta fora i macaroni

magna Bepi, magna Toni

che i č boni da magnar.

Traduzione


Mi compare Giacometo

aveva un bel gallo,

quando cantava apriva il beco

e fa propio inamorare.

Un bel giorno la pardrona

per fare festa agli invitai

ha tirato il colo al gallo

e lo a messo a cucinare.

Le galine tutte matte

per la perdita del gallo

hanno roto il capanno

dalla rabia che le g'ā

Le g'ā roto le scudele

salta fora i macaroni

magna Bepi, magna Toni

che i č boni da magnar.

FILO'